Chiese in Italia e Vaticano

L’Italia è il paese con più chiese al mondo, tra cui alcune delle più importanti. Questo perché la sua storia è stata fortemente interconnessa con quella del cristianesimo a partire già dal I secolo, periodo in cui l’evangelizzazione già avanzava nonostante Gesù di Nazareth fosse stato crocifisso proprio per ordine di Ponzio Pilato, governatore di Gerusalemme per conto dell’Impero Romano. Proprio all’interno delle mura di Roma è sorto lo Stato del Vaticano, ovvero uno Stato Pontificio, governato dal Papa, ovvero il capo della chiesa. Sebbene sia situato in Italia e più precisamente a Roma, il Vaticano rappresenta uno Stato a sé stante, con proprie leggi e autonomia.

Città del Vaticano

La città-Stato del Vaticano presenta anche la chiesa più importante al mondo per i fedeli cristiani, ovvero la basilica di San Pietro. Come vedremo nell’articolo ad esso dedicato, questo presenta delle caratteristiche e una storia molto interessanti, sebbene conti meno di mille abitanti. Alcuni aspetti interessanti sono ad esempio quelli riguardanti le lingue ufficiali, la presenza di una radio di Stato e un quotidiano, una televisione. A questi aspetti moderni si aggiunge la presenza di importanti luoghi di culto, musei e biblioteche.

Dalla Basilica di San Pietro in giù

Da un punto di vista di importanza, San Pietro si pone al vertice delle chiese cristiane cattoliche di tutto il mondo. Questo è un fatto oggettivo, in quanto è la chiesa del Papa, il quale è il capo della Chiesa Cattolica, perciò tutte le altre chiese, per quanto possano essere belle o storicamente importanti, sono da situare in una posizione inferiore da un punto di vista religioso.

Dedicheremo un articolo specifico alla Basilica di San Pietro, senza tuttavia tralasciare alcune delle chiese più importanti in Italia, sia da un punto di vista artistico, sia da un punto di vista religioso e storico.

Luoghi di culto, dove la chiesa fa storia

Tra i luoghi di culto in Italia non vanno incluse soltanto le chiese, intesi come edifici religiosi in cui si prega tra le loro mura. Infatti, in Italia, così come in altre parti del mondo, vi sono ad esempio delle intere cittadine che rappresentano dei luoghi di culto. Un esempio tra tanti è quello di Assisi. Non si può parlare di “Assisi” senza far riferimento, anche solo mentale, a San Francesco. Il culto richiama fedeli sia all’interno delle chiese, sia all’interno di piazze, cittadine e cappelle.

Italia, paese di santi, marinai e navigatori

Nella tradizionale descrizione degli italiani, creata dagli italiani stessi, non poteva certo mancare un riferimento alla santità. La presenza di un grande culto cristiano in Italia si è manifestato nel corso dei secoli anche tramite i santi, ovvero coloro che sono stati dichiarati prima beati e che poi sono stati santificati dalla Chiesa. Sebbene ora sia molto più difficile venire santificati, in passato vi è stata una grande inflazione di santi in Italia, così come all’estero. Questione miracolosa a parte, molti dei santi più amati e venerati in Italia presentavano anche delle grandi doti di umanità, tra cui sacrificio e generosità.