Le Chiese italiane più importanti

Tra le chiese italiane più importanti da un punto vista storico si affiancano quelle più importanti da un punto di vista artistico, due elementi che con il tempo sono diventati la medesima faccia della medaglia. In questo articolo scopriamo le più importanti e affascinanti chiese in Italia.

Basilica di San Pietro

La basilica di San Pietro si trova a Roma e oltre ad essere la seconda più grande chiesa al mondo è anche tra le più belle. Di sicuro, è la più importante, poiché rappresenta la sede principale della Santa Sede e quindi è principale luogo di culto e di celebrazione della Chiesa Cattolica. Ciò che maggiormente colpisce sono la sua grande cupola (il “Cupolone) progettato da Michelangelo e la sua piazza, progettata dal Bernini. Fu iniziata nel 1506 e consacrata nel 1626.

Duomo di Milano

Il duomo di Milano è uno splendido esempio di stile gotico, neoclassico e neogotico. Simbolo di Milano, su di esso svetta la famosa “Madunina” d’oro. Caratteristiche di questa chiesa sono le 136 guglie esterne e le bellissime vetrate interne. Fu iniziata nel 1386 e consacrata una prima volta nel 1418 e una seconda volta nel 1577.

Santa Maria del Fiore (Firenze)

La cattedrale di Firenze, dedicata a Santa Maria del Fiore, è una delle chiese più belle del mondo e tra le più amate dai turisti. Le sue forme sinuose e la famosa cupola del Brunelleschi rappresentano degli splendidi esempi di architettura del Rinascimento. Fu iniziata nel 1296 e terminata in periodi molto diversi (1471 la cupola, 1887 la facciata, 1903 le porte bronzee). La consacrazione avvenne nel 1436.

Basilica di San Francesco d’Assisi

Ciò che colpisce della Basilica di San Francesco ad Assisi è la sua semplicità e la naturalezza con cui si lega al paesaggio. Merito dell’architetto Elia da Cortona. Questa basilica è dedicata a San Francesco, santo patrono d’Italia, e uno dei personaggi più importanti nella storia della cristianità. Fu iniziata nel 1228 e completata nel 1253, anno in cui avvenne anche la sua consacrazione. Rispetto ai tempi di costruzione della maggior parte delle chiese, avvenne in tempo record. Ciò nonostante, i suoi interni sono assolutamente meravigliosi, tra i quali spicca il transetto della chiesa inferiore, con l’altare eretto sopra la tomba di San Francesco. Sempre nella basilica inferiore vi sono le preziosissime decorazioni di Giotto.

Basilica di San Marco (Venezia)

La Basilica di San Marco a Venezia è invece il più bell’esempio al mondo di chiesa in stile romanico-bizantino, oltre che gotico. Essa è situata nella piazza omonima, la stessa Piazza San Marco, a dir poco affascinante, dove ha luogo il fulcro del Carnevale e dove è presente il campanile di San Marco. Colui che ha progettato questa meraviglia è ignoto, poiché il doge decise di punirlo con l’anonimato quando l’architetto a lavori conclusi disse che avrebbe potuto farla meglio se avesse avuto più fondi. Fu iniziata nel 1063 e ultimata solo nel 1617. Fu costruita al posto di una basilica più antica, sempre dedicata a San Marco che fu consacrata nel 828, che doveva ospitare le spoglie del santo, trafugate (secondo la tradizione) ad Alessandria d’Egitto.